Ora sei nella sezione: Biografia Vai alla Pagina PrincipaleVisita la Virtual Gallery
   
  ArchivioOra sei nella sezione: BiografiaOpereMostreRisorse
 
Piero Manzoni firma una scultura vivente

Cerca nel sito »

Help  Serve aiuto?
Cambia Lingua
Newsletter Iscriviti alla NEWSLETTER per essere sempre aggiornato sulle novità
Sondaggio
Vota manzoni
Scarica il banner
Ora sei qui: Home> Biografia > 1958-1959  Mappa del sito     Versione stampabile     Invia la pagina a un amico
  Mappa Stampa Invia

Biografia di Piero Manzoni: 1958-1959

1958

Nel 1958 Piero Manzoni prende parte a due mostre collettive insieme a Lucio Fontana, il fondatore dello Spazialismo, e a Enrico Baj, il fondatore del Movimento Nucleare: "Fontana, Baj, Manzoni" (in gennaio a Bergamo e in aprile a Bologna) e "L’avanguardia" (Galleria Montenapoleaone, Milano, dal 27 Maggio; con opere di Enrico Baj, Lucio Fontana, Piero Manzoni, Francis Picabia, Antonio Sant’Elia).
Dal 22 aprile al 4 maggio viene allestita una mostra monografica di Manzoni alla Galleria Pater di Milano.
In settembre, Manzoni partecipa alla pubblicazione del terzo numero de "Il Gesto", la rivista del Movimento Nucleare fondata nel giugno del 1955 da Enrico Baj e da Sergio Dangelo. E' l'ultima adesione ufficiale di Manzoni al Movimento Nucleare.
Inizia la collaborazione con Agostino Bonalumi ed Enrico Castellani. I tre artisti espongono alla Galleria Pater (dal 13 settembre, insieme a Guido Biasi, aderente al Movimento Nucleare, al situazionista inglese Ralph Rummey e a Douglas Swan) e alla Galleria del Prisma (Milano, 1-10 dicembre; con Biasi, Dangelo, Recalcati, Sordini e altri artisti nucleari).

1959

Piero Manzoni, Agostino Bonalumi ed Enrico Castellani espongono alla Galleria del Prisma (Milano, 16-28 febbraio) e a Roma, alla Galleria Appia Antica (3-15 aprile).
Ha inizio la serie degli Achromes composti da quadrati di tela cuciti insieme. In una mostra al Bar la Parete (Milano, 27 maggio), le nuove tele vengono per la prima volta chiamate "Superfici acrome".
In estate, Manzoni prende parte a due mostre collettive del Gruppo Zero, al Rotterdamsche Kunstkring ("Zero", 1-28 luglio) e alla Galerie Boukes di Wiesbaden ("Dinamo 1", 10 luglio – 7 agosto).
Il 18 agosto, Manzoni presenta alla Galleria Pozzetto Chiuso di Albisola Marina, le sue prime Linee. Una di queste, lunga 19,43 metri, viene estratta a titolo dimostrativo dal clindro nero che la racchiuda ed Ŕ srotolata intorno alla galleria: sarÓ immediatamente danneggiata da uno spettatore indignato.
In autunno inizia la collaborazione di Manzoni con il periodico romano il "Pensiero Nazionale". Insieme a Bonalumi e a Castellani, fonda la rivista "Azimuth". Segue, in dicembre, l’apertura a Milano, in via Clerici 12, della Galleria Azimut, diretta da Manzoni e da Castellani. Il primo numero di "Azimuth" esce in occasione della mostra inaugurale della galleria: "Manzoni" (dal 4 al 24 dicembre).

Torna su Torna su Stampa la pagina  Versione stampabile Spedisci la pagina  Segnala la pagina
 
 
HELP   |   CONTATTI   |   NEWSLETTER   |   SONDAGGI   |   DOWNLOADS    |   CARTOLINE   |   TESI ON LINE   |   GALLERY    |   CREDITS
© 2003-14 Fondazione Piero Manzoni - Versión en español Versión en español - English version English version - Web Design and Content Management by Stefano Cappelli