STORIA DELLA FONDAZIONE

2016 GRANDE MOSTRA A LOSANNA

La mostra “Achrome. Piero Manzoni, la peinture sans couleur” al Musée cantonal des Beaux-Arts di Losanna, è curata da Camille Léveque-Claudet e Choghakate Kazarian, attuali membri del comitato scientifico della Fondazione Piero Manzoni.

Tra gli eventi organizzati durante l’esposizione, una visita-degustazione dal titolo Le cinquanta sfumature di bianco di Manzoni, dove Jérôme Aké Béda, noto sommelier svizzero, guida i partecipanti alla degustazione di vini bianchi chasselas circondati dagli Achromes manzoniani. La mostra fa’ da cornice anche a un concerto di musica italiana del ventesimo secolo.

Nella sede londinese di Mazzoleni Arte ha luogo la personale “Piero Manzoni. Achromes: Linea infinita” con un catalogo edito da Carlo Cambi a cura di Gaspare Luigi Marcone.

 

Indietro

Vedute della mostra “Achrome. Piero Manzoni, la peinture sans couleur”, Losanna, 2016 (foto © Nora Rupp, Courtesy Musée cantonal des Beaux-Arts de Lausanne)

Choghakate Kazarian, Rosalia Pasqualino di Marineo e Camille Léveque-Claudet, Losanna, 2016

Il sommelier Jérôme Aké Béda durante la visita-degustazione dal titolo Le cinquanta sfumature di bianco di Manzoni, Losanna, 2016

 

Un momento del concerto, Losanna, 2016

Catalogo della mostra  “Achrome. Piero Manzoni, la peinture sans couleur”

 

Veduta della mostra “Piero Manzoni. Achromes: Linea infinita”, Mazzoleni Arte, Londra, 2016

Catalogo della mostra “Piero Manzoni. Achromes: Linea infinita”