STORIA DELLA FONDAZIONE

1971 ROMA E LA POLEMICA

Un’importante retrospettiva alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma fortemente voluta dalla direttrice Palma Bucarelli, in collaborazione con Germano Celant, scatena una polemica nazionale a causa dell’esposizione delle scatolette di Merda d’artista.

L’onorevole Guido Bernardi rivolge un’interrogazione parlamentare al ministro della Pubblica Istruzione chiedendo conto dei criteri secondo i quali venivano impiegati soldi pubblici nella selezione delle opere esposte. Palma Bucarelli controbatte, sostenuta da alcuni critici ed esponenti del mondo dell’arte, sottolineando la valenza culturale di tutta l’opera di Piero Manzoni e quindi la necessità di presentarla nella sua interezza al pubblico.

Indietro

Merda d’artista n. 68, maggio 1961, scatoletta di latta, carta stampata, 4,8 × ∅ 6 cm

Articolo pubblicato su “Il Corriere della Sera”, 14 marzo 1971 

Copertina del catalogo della mostra “Piero Manzoni”, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, 1971

Veduta della mostra “Piero Manzoni”, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, 1971

Veduta della mostra “Piero Manzoni”, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, 1971

Invito a Valeria Manzoni da parte di Palma Bucarelli per l’inaugurazione della mostra