BIOGRAFIA

1960 MOSTRE IN ITALIA E NEL MONDO

In queste settimane si verifica anche una sorta di “non-mostra” in chiave pienamente dada, promossa dall’editore della rivista “Panderma” Carl Laszlo, che lascia traccia nel Manifesto contro niente per l’Esposizione Internazionale di niente, edito a Basilea: “Vendita di niente, numerato e firmato. La lista dei prezzi è a disposizione del pubblico. All’inaugurazione non prenderà la parola nessuno. Su questo catalogo non è riprodotto niente”. I firmatari sono Laszlo, Manzoni, Castellani, Mack, Piene e altri.

In luglio tiene una personale alla Galerie Carette di Glücksburg-Ostsee diretta da Jes Petersen, con il quale inizia a progettare una monografia sul suo lavoro: sarà infine Piero Manzoni. Life and Works. Il 16 luglio espone con Castellani, Fontana e altri nella sala d’ingresso, allestita da Ettore Sottsass jr, alla XII Triennale di Milano. Il 30 luglio è con Castellani, Dada Maino, Pisani e Santini in una collettiva al Circolo degli Artisti di Albisola, e l’8 ottobre con Biasi, Bonalumi, Dada Maino, Massironi e Santini in “Sculture da viaggio”, curata da Topazia Alliata alla Galleria Trastevere di Roma.

L’11 novembre è all’“International Abstract Painting Exhibition” allo Shen Sheng Pao Press Building di Taipei con, tra altri, Castellani, Santini, Mack, Piene, Breier, Holweck, Mavignier, Uecker, Tinguely.

Indietro

Manifesto contro niente per l’Esposizione Internazionale di niente, 1960

Achrome, 1960, tela cucita a quadri, 80 × 60 cm

Catalogo della mostra “Sculture da viaggio”, Galleria Trastevere, Roma, 1960

Catalogo della mostra “Contemporary Italian Art”, Illinois Institute of Design, Chicago, 1960